Le amiche che sono diventate mamme

Greta e Pietro hanno ospiti a cena.

Verranno qui per le 8.Disinfettiamo tutto e teniamo fuori il gatto che Valeria sta in fissa con la toxoplasmosi.

Dicono che le trentacinquenni di oggi non fanno figli perché sono vittime di quest’epoca di precariato, instabilità e assenza di diritti. Eppure un tempo le donne nemmeno lavoravano (i loro mariti magari si), quindi di che diritti parliamo? O erano forse delle pericolose sprovvedute? Leggi altro

Please don’t “like” me

Dunque, Elisa e Davide si sono conosciuti grazie a un algoritmo. Lui ha digitato la parola “populista” ed è finito sul suo blog, ha lasciato un commento, lei ha risposto, lui pure, lei di nuovo, lui di nuovo, poi ha cominciato a seguirla su facebook, poi su twitter, poi pure su instagram, qualche like, retweet, poi lei gli ha dato il suo numero, tre mesi in chat e sono usciti insieme. Di tempo quindi, prima di conoscersi di persona, ne hanno messo un bel po’. Leggi altro

Cibo stra condito e quella insana passione per la scrittura

Ogni tanto Greta  torna a casa dai suoi per il week-end. Parte il venerdì pomeriggio per fare rientro alla domenica. I suoi abitano in un gradevole paesino della puglia, uno di quelli che si popolano solo ad agosto di turisti dal nord Italia che si stupiscono per qualsiasi cosa abbia una parvenza di semplicità. I sapori, il mare, l’aria, il contadino col suo carretto all’angolo della strada a vendere i prodotti del suo orto, i ristoranti lungo il mare coi tavolini di plastica, le tovaglie di carta e i camerieri un po’ sbrigativi. Leggi altro

Percorsi irregolari verso la maternità

La storia di Carolina, l’amica di Lidia che ha da poco scoperto di essere incinta, e del suo casualissimo percorso verso la maternità, meritano un po’ di spazio all’interno di questo blog. Se non altro perché, a differenza delle nostre protagoniste che tutto sommato hanno delle relazioni più o meno stabili, ma che hanno scelto per il momento di non diventare madri, la vita sentimentale di Carolina è sempre stata piuttosto scombinata e il buon senso vorrebbe che, in casi come questo, un minimo di giudizio prevalga su un’apparente dissolutezza. Leggi altro

L’algoritmo

Il modo in cui Elisa ha conosciuto Davide potrebbe sembrare bizzarro ai nostalgici della comunicazione tradizionale, molto meno agli abituali frequentatori della rete. Se un tempo la conoscenza di qualcuno derivava da un incontro diretto, nell’epoca del web 2.0 può essere il frutto di un algoritmo. Leggi altro